Il mio primo articolo del blog

Sii te stesso; tutti gli altri personaggi hanno già un interprete.

— Oscar Wilde.

Questo è il primo articolo sul mio nuovo blog. Ho appena iniziato a mandare avanti questo nuovo blog, quindi resta sintonizzato per altre informazioni. Abbonati qui sotto per ricevere una notifica quando pubblico nuovi aggiornamenti.

Per un po’ non sarò presente sul blog.

Ciao a tutti e a tutte e scusatemi se in questi giorni non sono stata presente ma sono giorni un po’ turbolenti: è subentrato un problema di salute familiare e per un po’ di tempo non sarò presente sul blog. Appena le cose andranno meglio tornerò ad essere più presente e tornerò a scrivere i miei post.

Spero che a voi le cose vadano bene e in attesa di tempi migliori mando un grande saluto a tutti e a tutte.

Eleonora.

Recensione alimentare: “Caffè iTierra Wellness Caffè Decerato” Lavazza.

Un caffè adatto da bere in ogni momento della giornata.

Il caffè: una delle bevande preferite dagli italiani e, diciamocelo…. Il caffè italiano è il migliore al mondo, 🤩! Espresso, ristretto, macchiato, ecc, ognuno di noi ha il suo caffè preferito e lo beviamo praticamente in qualsiasi momento della giornata. A colazione, per iniziare la giornata con la giusta carica, durante un break per ricaricare le energie e alla fine del pranzo o della cena è la giusta conclusione di un pasto: insomma, ogni momento è buono per bere una buona tazzina di caffè, 😉. Mi piace il caffè ma allo stesso tempo mi crea alcuni problemi: non riesco a digerirlo e mi provoca la nausea. Tutto questo succedeva finché, dopo essere stata scelta come tester dal sito https://www.alfemminile.com/, per una campagna tester del Caffè iTierra Wellness Caffè Decerato a marca Lavazza, questo problema non si è più presentato. Ora posso bere il caffè senza problemi  perché è un tipo di caffè che non crea acidità dopo averlo bevuto. Fantastico!

Ecco come viene presentato il prodotto: Caffè iTierra Wellness Caffè Decerato a marca Lavazza. Dal 1895 la famiglia Lavazza si dedica alla ricerca della perfezione del caffè. Un’esperienza che ha creato il caffè preferito degli italiani. Lavazza: la nostra passione, il vostro piacere.

iTierra Wellness Decerato è la scelta ideale per chi vuole essere in armonia in ogni momento della giornata, senza rinunciare a gusto e piacere. Da oggi Lavazza ha creato un caffè gentile per te a ridotto contenuto di cere che naturalmente rivestono il chicco, grazie ad una lavorazione che ne riduce l’acidità e mantiene inalterati aroma e proprietà del caffè. 

iTierra Wellness Decerato, tutto il buono del caffè.

https://www.lavazza.it/it.html

@alfemminile_com

#provatodavoi

#alfemminile_com

#alfemminile

👍 rispetto ad altri caffè non crea acidità od altri problemi dopo averlo bevuto; adatto da bere in qualsiasi momento della giornata; ha un gusto e un profumo buonissimi; la lavorazione del caffè ne lascia inalterate le proprietà e l’aroma e non si nota la differenza da un qualsiasi altro caffè.

👎 nessuna nota negativa da segnalare.

E voi avete già provato il Caffè iTierra Wellness Caffè Decerato a marca Lavazza? Qual è il vostro tipo di caffè preferito?

Aspetto i vostri commenti. 🙂

Piccolo sondaggio: che cosa fare o che cosa cancellare quando su WordPress inizia a diminuire la memoria del blog?

Eccomi qui con un piccolo sondaggio, rivolto sia a chi ha un piano gratuito sia a chi ha fatto l’abbonamento per il blog.

Vi accorgete che tra foto, video, post vari, ecc la memoria d’archiviazione del blog è calata.

Che cosa fate? O meglio che cosa cancellate per aumentarla e poter dare spazio a nuovi contenuti? Le foto? I video? Oppure vecchi post che ormai sono diventati poco visibili? Altre opzioni?

Sono curiosa di sapere il vostro parere perché da quando è stato rivoluzionato il modo d’impostazione di WordPress non riesco più a trovare la parte tra tutte le varie parti del blog dove prima riuscivo a vedere quanta memoria mancasse.

Grazie per le risposte e buon sabato a tutti e a tutte, 😀.

In attesa di decidere quale soluzione è la migliore per il mio caso, ringrazio di cuore chi mi ha risposto. GRAZIE!❤️❤️❤️❤️🙏

Ventottesimo capitolo del “sequel” The ring”. Buona lettura!

Photo by Katerina Holmes on Pexels.com

Ventottesimo capitolo: “Scontro in famiglia.”

Ci siamo! Tra pochissimi minuti inizierà una nuova puntata del Grande Fratello Monster e con essa ci sarà anche la prima eliminazione. Chi, tra Samara e Freddy, abbandonerà definitivamente la casa?

Naturalmente, come prima di ogni puntata serale, tutti i concorrenti sono super impegnati a dare gli ultimi ritocchi al proprio look.

(Pennywise): “Ehi! Chi ha rubato la mia lacca? Ridatemela indietro subito: mi serve!” (Cos’è, vuoi rendere ancora più vaporosa la tua chioma a pel di carota, 😁?)

(Freddy): “Non guardare me! Io non saprei che cosa farmene della tua lacca visto che sono completamente pelato.”

(Pennywise): “RAGAZZEEEEE! Se nel giro di cinque minuti non avrete fatto ricomparire la mia lacca  vi ritroverete a galleggiare senza nemmeno accorgervene!” (Le vuole usare al posto della paperella di gomma quando fa il bagnetto, 😁?)

(Samara): “Non l’abbiamo presa noi! Non ci teniamo ad avere i capelli che sembrano appena usciti da un barattolo di glitter.” (Beh, sempre meglio avere dei capelli sbrilluccicosi che un oleificio come la tua testa, 😉.)

(Pennywise): “Se non è stato Freddy e non siete state voi l’unico che può averla presa è quel nano di Chucky. CHUCKYYY!”

(Chucky): “Sì? Che c’è?”

(Pennywise): “Tira fuori la mia lacca… SUBITO!”

(Chucky): “E chi ti dice che sia stato io a prenderla?”

(Pennywise): “Vuoi farmi credere che i tuoi capelli, stasera, sono così di loro?”

(Chucky): “Ohh, intendi che sono luccicanti? Beh, sai, ormai inizio ad avere una certa età e i primi capelli grigi iniziano a farsi vedere. Così ho chiesto agli autori di procurarmi una tinta che li coprisse.” (Ehi, anch’io voglio la tinta con i brillantini! Dove si compra?)

(Pennywise): “Raccontala ad un altro. Ti dò cinque secondi per ridarmi la mia lacca altrimenti racconto a tutti il tuo piccolo segreto, 😈.”

(Chucky): “Non ne saresti capace, anche perché ne avrei anch’io di cose da raccontare su di te.”

(Voce dalla regia): “Ragazzi, potreste andare avanti a minacciarvi più tardi? Tra due minuti inizia la diretta.”

(Chucky): “Con te non ho finito: ne riparliamo dopo.”, e dopo avergli ridato la sua lacca se ne va in salotto.

In tutta fretta Pennywise dà l’ultimo colpo di lacca ai capelli e raggiunge i compagni di casa davanti al maxi schermo.

(Voce dalla regia): “Cinque secondi alla diretta. Cinque, quattro, tre, due, uno… In onda!”

(Shrek): “Buonasera a tutti e a tutte e benvenuti ad una nuova puntata del Grande Fratello Monster! Questa sera avremo la prima eliminazione: uno tra Freddy e Samara dovrà abbandonare immediatamente la casa. Tante cose accadranno questa sera e uno dei concorrenti riceverà una visita a sorpresa. Ma ora collegatemi con la casa: MOSTRI!”

(Tutti): “Ehilà, Shrek!”

(Shrek): “Buonasera a tutti voi. Come avete passato questa settimana nella casa?”

(Chucky): “Rendo l’idea se dico che preferirei beccarmi un altro calcio nelle parti basse piuttosto che aver dovuto sentir Freddy “cantare”?”

(Freddy): “Ma perché dovete sempre prendermi di mira? Non avrò cantato al massimo delle mie capacità ma non mi sembra di essere andato così male.” (No, infatti: non sei andato male… sei andato peggio, 😱!)

(Pennywise): “Spero che non ci sia un’altra prova di canto altrimenti mi vedrò costretto a diventare un muratore.”

(Shrek): “In che senso?”

(Pennywise): “Nel senso che mi dovrete procurare del cemento a presa ultra rapida per chiudere la bocca di Freddy.” (Un sistema un po’ drastico ma non è una cattiva idea, 😉.)

(Shrek): “Beh, vedremo cosa possiamo fare.” (Non dice sul serio, vero? O si?) “Prima, però, d’annunciare chi sarà il vincitore della prova settimanale c’è una sorpresa per qualcuno di voi.”

(Voce dalla regia): “BLOCK!”

Sentendo il comando tutti s’immobilizzano e attendono di vedere chi di loro sarà a ricevere la sorpresa.

All’improvviso, come dal nulla, si delinea una sagoma perlacea accompagnata da un “UHHHH!” che riecheggia per tutta la casa.

A quell’apparizione Samara sbianca visibilmente (non chiedetemi come, una con la pelle già bianca, possa diventare ancora più pallida. Roba da “indagatori del mistero”, 😁.) ma cerca di non mostrare il suo turbamento.

(Shrek): “Diamo il benvenuto nella casa alla mamma di Samara. Buona sera signora fantasma: come mai ha voluto entrare nella casa?”

(Mamma di Samara): “Prima di tutto buonasera: sono contenta di poter fare una sorpresa alla mia bambina, anche se avrei qualcosina da rimproverarle.”

(Voce dalla regia): “STOP BLOCK PER SAMARA!”

(Samara): “Mamma, che ci fai tu qui?”

(Mamma di Samara): “Ma come? Non dai nemmeno un abbraccio alla tua vecchia mamma?”

La ragazza non è un tipo molto espansivo ma per non deludere la madre s’avvicina e l’abbraccia.

(Samara): “Contenta? Adesso mi spieghi perché sei venuta qui?”

(Mamma di Samara): “Avevamo fatto un patto tu ed io e non l’hai mantenuto. Dov’è finita la tua cintura di castità?”

(Samara): “E tu come fai a sapere che non l’indosso più? Chi te l’ha detto?”

(Mamma di Samara): “Guarda che anche in America, con la parabola, posso vedere benissimo quello che succede qui nella casa. O forse credevi che la tua mamma fosse così rincoglionita da non saper accendere nemmeno la televisione?”

(Samara): “Non l’ho mai pensato, mai! Credevo che, durante la mia assenza, saresti andata ad infestare qualche casa. O che magari fosse la volta buona che ti trovassi un fidanzato.”

(Mamma di Samara): “Beh, magari potrei tentare io il provino per “Uomini e Donne”. (Per l’età che ha la mamma di Samara non basterebbe il Trono Over: ci vorrebbe il Trono Aldilà, 😜.)

Samara scuote l’oleificio… ehm, volevo dire la testa e alza gli occhi al cielo: “Da quando in qua a mia madre interessa in mondo della televisione?”, pensa.

(Shrek): “Signora, ha qualcos’altro da dire a sua figlia prima d’uscire?”

(Mamma di Samara): “Certo che sì: attenta a te Samara, perché qua dentro i ragazzi faranno a gara per saltarti addosso.” (Ma quando mai, 🤣?) “Se torni a casa diversa da come sei partita troverai la porta del pozzo sbarrata. Ci siamo capiti?” (Ma che stronza la mamma di Samara! Invece di essere contenta perché potrebbe diventare, anche se prematuramente, nonna sarebbe capace di cacciare di casa la figlia, 😳! Sono basita!)

(Shrek): “E dopo questa velata minaccia, se vuole, può salutare sua figlia.”

(Mamma di Samara): “Mi raccomando: comportati bene.”

(Samara): “Sì, mamma.”

Appena la madre le volta le spalle Samara, senza farsi vedere, alza entrambi i medi e le fa un gestaccio, 🖕🖕.

(Voce dalla regia): “STOP BLOCK PER TUTTI!”

Fortunatamente la madre non ha visto il “simpatico” modo di salutarla della figlia ma i suoi compagni d’avventura sì e s’uniscono a lei per un momento di solidarietà tra coinquilini.

(Shrek): “Ragazzi! Ma che modo di fare è? Già che ci siamo perché non facciamo un bel concerto a base di rutti?” (E piantala di fare il moralista! Sappiamo tutti che tu fai molto di peggio, 😁.) “Credo proprio che sia arrivato il momento per mandare un po’ di pubblicità e poi parleremo di com’è andata la prova settimanale. Ci vediamo tra poco, qui, al Grande Fratello Monster… Dove la paura fa novanta!”

… to be continued.

Ecco qui il ventottesimo capitolo: che ve ne pare? Si avvicina il momento della prima eliminazione: siete pronti a scoprire chi dovrà abbandonare la casa?

Recensione libresca: “Il cinese.” Henning Mankell.

Una strage senza un perché… Un giudice alla ricerca della verità.

Titolo: Il cinese.

Autore: Henning Mankell.

Genere: giallo, thriller.

Pagine: 587.

Casa editrice: Marsilio.

Dove reperirlo: Amazon.it, ebay.it, ibs.it, unilibro.it, libreriauniversitaria.it e probabilmente anche nelle biblioteche della vostra città/del vostro paese.

“La verità non è mai semplice. È uno dei difetti di voi occidentali. Credete che sia possibile appurare la verità in poco tempo. Ma la verità ha bisogno del suo tempo.”

Trama: In una fredda giornata di Gennaio, un lupo affamato arriva a Hesjövallen, nel nord della Svezia. Sente l’odore del sangue. Nel villaggio ci sono i corpi di diciannove persone: di fronte a una strage così feroce e assurda, la polizia pensa al gesto di uno squilibrato. Può davvero la follia essere così ben pianificata? Il giudice Birgitta Roslin non lo crede e, in nome del legame che la unisce ad alcune vittime, decide di occuparsi del caso. Seguendo la pista di un nastro di seta rossa ritrovato nella neve, unica traccia in un’indagine che sembra senza via d’uscita, Birgitta arriva a Pechino, alla ricerca del nesso misterioso tra un diario iniziato in Nevada più di cento anni prima e la violenza senza senso che si è scatenata in quello sperduto villaggio. Coinvolta in un diabolico conflitto interno al governo cinese, dove in gioco ci sono la supremazia e l’assetto del paese, Birgitta dovrà confrontarsi con i nuovi mandarini pronti a rivendicare il loro posto sulla scena internazionale, e constatare cosa può succedere quando una grande potenza non ha risolto la questione della democrazia.

La mia ultima lettura è stata una via di mezza tra un giallo e un thriller dello scrittore svedese Henning Mankell. L’inizio è molto promettente: in un paesino un assassino ha ucciso tutti i suoi abitanti e tra questi ci sono anche delle persone molte vicine al giudice Birgitta Roslin che, saputo dell’accaduto decide d’indagare per capire il motivo che ha spinto l’assassino a compiere questa strage. Il seguito del romanzo è un continuo salto temporale tra presente e passato ma fin qui niente da dire: la lettura ha iniziato a farsi pesante nel momento in cui le varie parti del romanzo mi sono sembrate totalmente slegate tra loro, quasi come se fossero ognuna una storia a sé. A fine lettura ho capito poco e niente di quello che ho letto e, cosa rara, non sono riuscita a capire chi fosse l’assassino.

Voto alla fine della lettura del libro: 2.

👍 unica parte interessante è l’inizio del romanzo.

👎 il resto del libro è molto pesante, di difficile comprensione; ho trovato le varie parti del romanzo non collegate le une alle altre e questo ha reso difficile la comprensione del proseguo della storia.

E voi avete già letto “Il cinese” di Henning Mankell? Vi è già capitato di leggere dei libri in cui le varie parti della storia dovrebbero avere un collegamento tra di loro ma che poi avete trovato scollegate tra di loro?

Aspetto i vostri commenti. 🙂

CAMPIONI D’EUROPA! CAMPIONI D’EUROPA! CAMPIONI D’EUROPA! 💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙

CAMPIONI D’EUROPA! SIAMO CAMPIONI D’EUROPA! Dopo 53 anni l’Italia torna sul tetto d’Europa! 💙💙💙💙💙💙💙💙💙

GRANDE ITALIA!!!! 💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙

GRANDI AZZURRI!!! 💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙

GRAZIE RAGAZZI!!!!

SEMPRE FORZA ITALIA!

P.S: ed ora… tutti a festeggiare! Vado a sparare qualche petardo: ho troppo voglia di festeggiare questa MITICA ITALIA!!!

💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙

Un’altra bellissima poesia scritta da Stefano.

Ecco qui un’altra bellissima poesia che l’amico Stefano del blog https://meetusalem.wordpress.com mi ha regalato come augurio per le vacanze. Grazie Stefano! Ho davvero apprezzato molto questo tuo regalo, ☺️.

Ecco la poesia:

Il sogno

Un rumore banale

che diventa reale!

salgo con affanno

le scale,

ogni gradino può essere

fatale, ma il 

desiderio è naturale.

La vedo, la fermo,

si gira e rimango di sale!

Non sei tu 

ma quella che ho sognato di più!

Ventisettesimo capitolo del “sequel” “The ring”. Buona lettura!

Photo by Gezer Amorim on Pexels.com

Ventisettesimo capitolo: “Il Festival di San ReMonster.”

È arrivato il giorno di una nuova prova settimanale e questa volta i sei concorrenti dovranno cimentarsi con una prova di canto e per l’occasione la casa diventa la location del nuovissimo “Festival di San ReMonster”.

Le ragazze, dopo la festa, sono state riunite ai loro compagni maschi e tutti insieme stanno scegliendo le due canzoni da cantare alla rassegna canora.

Anche in questa prova le squadre sono due: maschi vs femmine.

(Samara): “Mi piace questa prova! È proprio nelle mie corde: a me piace cantare. Ragazze, abbiamo la vittoria in pugno!”

(Pennywise): “Questo è tutto da vedere: anche noi non ce la caviamo male, vero?” (Penny, cambia le batterie al tuo apparecchio Amplifon: non ti sei ancora accorto che Freddy sembra uno a cui hanno chiuso la mano in una portiera, 😱?)

(Regan): “Beh, magari con un paio d’anni di lezioni di canto Freddy potrebbe iniziare ad imbroccare qualche nota, 😁.” (Ma quant’è pungente Regan questa mattina, 😜.)

(Freddy): “Hai poco da fare la spiritosa: da bambino cantavo nel coro della scuola e nessuno ha avuto mai nulla da ridire.” (Mah, ci credo poco a questa cosa. Secondo me era nell’ultima fila e gli chiedevano di mimare il canto ma solo aprendo e chiudendo la bocca, senza cantare e senza emettere alcun suono, 😁.)

(Samara): “Visto che ti ritieni così bravo dacci una dimostrazione delle tue abilità canore.”(Samara, ti prego: rimangiati quello che hai appena detto. Sentire Freddy cantare di prima mattina è peggio che farsi trapanare un dente senza anestesia, 😱!)

(Annabelle): “Il mio Freddyuccio, tesoruccio, amoruccio ha una voce divina.” (Ma che è? Adesso si mette a parlare come Regan? Certo che la piccola indemoniata ha avuto una cattiva influenza su di lei, 😁.) “Non dargli retta: tu canti meglio di un usignolo, 😍.” (Scusate, qualcuno ha un secchio per… 🤮🤮🤮. Ops, troppo tardi, 🤣🤣.)

(Freddy): “Ora non posso cantare, così, a freddo. Devo prima scaldarmi la voce.”

(Samara): “Sì, vabbè, lasciamo perdere. Credo che sia meglio se scegliamo le canzoni.”

I due gruppi di separano ed ognuno sceglie la canzone da cantare.

Le ragazze hanno scelto “Poker face” di Lady Gaga, mentre i ragazzi canteranno “A te” di Jovanotti.

Iniziano le prove e se da una parte le cose procedono bene dall’altra sono un completo disastro.

(Pennywise): “Per la miseria, Freddy! Le ragazze hanno ragione! Come cantante fai pena.” (E te ne accorgi solo adesso? È da quando è entrato che Freddy, ogni volta che apre bocca per “cantare”, provoca un terremoto del 10º grado in qualche parte del mondo, 😁.)

(Chucky): “Forse è meglio che questa prova la facciamo solo io e Pennywise. Non saremo all’altezza delle ragazze ma almeno avremo qualche possibilità in più di rivincere.” (Finalmente qualcuno dotato di buonsenso!)

(Freddy): “No, assolutamente no! O lasciate cantare anche me oppure sarà peggio per voi.”

(Pennywise): “Guarda che certi giochetti puoi farli solo con gli autori. Se hai in mente di minacciarci perdi solamente tempo.”

(Freddy): “Ohh, ma io non minaccio: io agisco. Ve ne accorgerete presto.”

Chucky e Pennywise non sembrano particolarmente intimoriti da questa velata minaccia e fanno spallucce.

Una volta finite le prove i due gruppi si riuniscono per sapere come se la sono cavata.

(Annabelle): “Ci fate sentire il vostro pezzo?”

(Pennywise): “CHE COSA? SCUSA, PUOI PARLARE PIÙ FORTE?”

(Samara): “Ma sei diventato sordo? Annabelle vi ha chiesto se potete farci sentire la canzone.”

(Pennywise): “PERCHÈ DOVREI ESSERE UN IMBROGLIONE?” (🤦‍♀️🤦‍♀️🤦‍♀️🤦‍♀️🤦‍♀️🤦‍♀️🤦‍♀️🤦‍♀️🤦‍♀️🤦‍♀️🤦‍♀️🤦‍♀️🤦‍♀️🤦‍♀️🤦‍♀️🤦‍♀️🤦‍♀️🤦‍♀️🤦‍♀️🤦‍♀️.)

(Regan): “Freddy canta così male che fa più danni di quando uccide nel sonno, 😁.”

(Annabelle): “Ma lo volete lasciare stare? Magari deve solo riscaldare un po’ la voce, ma quando arriverà il momento di cantare davvero sono sicura che farà faville!” (Annabelle, scusami tanto, ma tu da che parte stai? Dovresti parteggiare per la squadra delle ragazze e non allearti con il “nemico”.)

Evidentemente la pensano così anche Samara e Regan perché iniziano subito a dare contro alla bambola.

(Regan): “Guarda che tu sei in gruppo con noi! La prova prevede una gara maschi contro femmine e non squadre miste. Se volevi gareggiare insieme a Freddy dovevi chiedere agli autori di fare delle squadre miste. Non puoi essere con noi e contro di noi allo stesso tempo.”

(Samara): “Devi decidere: o stai nella nostra squadra, canti con noi e soprattutto non giustifichi il tuo fidanzato oppure sei fuori e con noi non canti.”

Annabelle, offesissima, mette il broncio e cerca una parola di conforto da Freddy.

(Freddy): “Su, tesoro, non prendertela. Gareggia pure con le tue amiche e chiunque vincerà sarà contento per l’altro.”

(Annabelle): “Oh, Freddy, tu sì  che mi capisci.”

Nel pomeriggio, subito dopo pranzo, ha inizio la prova.

Per cavalleria i ragazzi lasciano che a cantare per prime siano le ragazze.

(Voce dalla regia): “Avviso per entrambe le squadre: non è necessario che la cantiate tutta. L’importante è l’interpretazione e la passione che ci metterete nel cantare. Ragazze, potete iniziare.”

(Samara): “Mum-mum-mum-mah, Mum-mum-mum-mah, Mum-mum-mum-mah Mum-mum-mum-mah, Mum-mum-mum-mah. I wanna hold ‘em like they do in Texas, please. Fold ‘em, let ‘em hit me, raise it, baby, stay with me (I love it).”

(Regan): “LoveGame intuition, play the cards with spades to start. And after he’s been hooked, I’ll play the one that’s on his heart. Oh, oh-oh, oh, oh, oh-oh-oh-oh, oh, oh. I’ll get him hot, show him what I got. Oh, oh-oh, oh, oh, oh-oh-oh-oh, oh, oh

I’ll get him hot, show him what I got.

(Annabelle, Regan e Samara): “Can’t read my, can’t read my, no, he can’t read my poker face. (She’s got me like nobody). Can’t read my, can’t read my, no, he can’t read my poker face. (She’s got me like nobody).Po-po-po-poker face, fu-fu-fuck her face.”

(Voce dalla regia): “Ok, per noi può bastare. Ragazzi, tocca a voi.” (Gente, preparate i tappi per le orecchie: sta per cantare Freddy, 😱😱😱!)

(Pennywise): “A te che sei l’unica al mondo, l’unica ragione per arrivare fino in fondo 

ad ogni mio respiro. Quando ti guardo dopo un giorno pieno di parole,senza che tu mi dica niente, tutto si fa chiaro.”

(Chucky): “A te che mi hai trovato all’angolo coi pugni chiusi, con le mie spalle contro il muro pronto a difendermi.Con gli occhi bassi stavo in fila con i disillusi, tu mi hai raccolto come un gatto e mi hai portato con te.”

(Freddy): “A TE IO CANTO UNA CANZONE PERCHÉ NON HO ALTRO, NIENTE MEGLIO DA OFFRIRTI DI TUTTO QUELLO CHE HO. PRENDI IL MIO TEMPO E LA MAGIA CHE CON UN SOLO SALTO CI FA VOLARE DENTRO L’ARIA COME BOLLICINEEE!!!” (Pietà, per favore: FATELO SMETTERE, 😱😱😱😱😱!!!)

Anche la regia non ne può più di questa cornacchia e dice che la prova è conclusa.

(Voce dalla regia): “Nella puntata in diretta saprete chi ha vinto la prova. Grazie, ragazzi: siete stati tutti bravissimi.” (Guardate che faccio ricantare Freddy se non vi rimangiate quello che avete appena detto, 😈.)

La prova è stata davvero impegnativa e soprattutto indimenticabile: l’interpretazione di Freddy sarà davvero difficile da dimenticare, soprattutto perché ci vorrà un bel po’ prima che i suoi compagni di casa recuperino almeno un minimo d’udito… e non solo loro, 🤣.

… to be continued.

Ecco qui il ventisettesimo capitolo: che ve ne pare? A mio parere Freddy ora sarà più un incubo per come canta piuttosto che per come uccide nei sogni, 🤣.

Italia 5 – Spagna 3: L’ITALIA È IN FINALE! 💙💙💙💙💙

Tempi regolamentari:

60st. Chiesa.

80st. Morata.

Calci di rigore:

Locatelli: parata.

Dani Olmo: alto.

Belotti: gol.

G. Moreno: gol.

Bonucci: gol.

Thiago A.: gol.

Bernardeschi: gol.

Morata: parata.

Jorginho: gol.

Sììììììì!!!!! 💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙 Dopo novanta minuti, tempi supplementari e i temutissimi calci di rigore…. SIAMO IN FINALE!!!!! GRANDE ITALIA!! GRANDI AZZURRI!!! 💙💙💙💙💙💙💙💙

Una partita sofferta, dove la Spagna ha tenuto spesso il pallino del gioco ma non è bastato e ai calci di rigore l’Italia è stata super ed ora è meritatamente in finale! 💙💙💙💙💙💙

YEAH!!!!!!! 💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙

Sempre FORZA ITALIA! 💙💙💙💙💙💙💙💙💙

Sempre FORZA AZZURRI! 💙💙💙💙💙💙💙💙